Novità in cucina

lunedì 14 aprile 2014

STRUDEL DI MELE con CREMA ALL'ARANCIA e LIMONE

Lo strudel mi ricorda sempre la montagna, i suoi paesaggi mozzafiato, le tranquille passeggiate nei boschi e quelle più impegnative per raggiungere rifugi ad alta quota. Amo la montagna, i suoi silenzi immersi in una bellezza senza fine, amo le fatiche per raggiungere una meta, amo la gioia di essere arrivata in alto per contemplare il creato in tutto il suo splendore.
Gli strudel più buoni lì ho proprio mangiati nei rifugi, dove tutto sa di semplice, essenziale e buono.
E' un dolce fatto di pochi ingredienti, ottime mele, uvetta, farina, olio, ecc
Da tempo provo a preparare uno strudel degno del suo nome e tutto sommato sono abbastanza soddisfatta del risultato, mi mancava solamente una buona ricetta per la pasta.
Volendo preparare lo strudel per una domenica speciale, ho trovato sul blog di Manu Profumi e Colori, che offre tante ricette tipiche trentine, una ricetta veramente valida spiegata nei minimi particolari soprattutto nella preparazione della pasta.
Dalla ricetta originale ho portato solamente alcune variazioni alla crema.
Ho avuto bisogno di:



Per la pasta
g.250 farina 0
g.150 acqua tiepida
g. 20 olio di arachidi
un pizzico di sale

 



Per il ripieno
1Kg di mele
g.150 di uvetta
g. 50 mandorle
rum- succo di limone
cannella
pane grattugiato





Per la crema all'arancia e limone
g. 25 succo di limone bio
g. 20 succo di arancia bio
buccia grattugiata di arancia e limone (2/3 arancia 1/3limone)
g.100 di zucchero semolato al profumo di vaniglia
g.. 60 di burro ammorbidito
1 uovo + 3 tuorli

Per prima cosa ho preparato la pasta, impastando in una ciotola gli ingredienti lavorandoli bene fra loro e continuando ad impastare per circa dieci minuti su un tagliere. Ho messo a riposare la pasta coperta da una pellicola trasparente per un'oretta.
Nel frattempo ho ammollato l'uvetta nel rum, ho pelato e tagliato le mele a fettine spruzzandole con il succo di limone, ho unito le mandorle tritate, l'uvetta e il rum.
Riprendere la pasta e stenderla in una sfoglia molto sottile. Io l'ho tirata con le mani senza fatica, su un canovaccio ben infarinato cercando di mantenere la stessa misura rettangolare.

Una volta stesa spennellare con il burro fuso e cospargere di pane grattugiato ed adagiare sopra il ripieno. Arrotolare lo strudel aiutandosi con il canovaccio, chiudere i bordi pennellando con altro burro fuso anche la superficie.


Per la crema ho unito tutti gli ingredienti in un recipiente adatto per il bagnomaria. Sul fuoco aiutata da una frusta ho iniziato a lavorare gli ingredienti fra loro fino a quanto la crema non è risultata liscia e ha raggiunto una consistenza abbastanza cremosa.
Cuocere in forno a 190°/200° per circa 40 minuti.
E' piaciuto moltissimo a tutti anche alla mia bimba che ha compiuto gli anni, che poi tanto bimba non è....... è una bellissima mamma di due splendide creature....... ma si sa per le mamme i figli rimangono sempre piccoli e bisognosi di amore.
Nonna Dani

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.